sabato 17 luglio 2010

Mauro Icardi


Nome: Mauro Icardi
Data di nascita: 16 febbraio 1993, Rosario
Nazionalità: Argentina
Altezza: 180 cm
Piede preferito: Destro
Squadra: Barcelona Juvenil – Liga spagnola
Ruolo: Attaccante
Valore: n/d



Al Barcelona si sa gli argentini portano bene, soprattutto se vengono da Rosario e giocano in attacco, proprio come questo giovanissimo attaccante, Mauro Icardi, punta di diamante della squadra giovanile blaugrana.
Nasce a Rosario dove ancora piccolissimo inizia a giocare nella squadra del “barrio” (ossia il quartiere di appartenenza) l’el Sarratea, ma a nove anni vista la grave crisi economica che ha colpito l’Argentina emigra con tutta la famiglia in Spagna, precisamente alle isole Canarie. Qui riprende a giocare con la squadra locale, il Vecindario, e proprio allora il suo nome diventa uno tra i più presenti sui taccuini degli osservatori spagnoli e non. Durante i primi cinque anni in Spagna segna la bellezza di 400 gol nelle selezioni giovanili, scatenando un’asta furibonda tra i Club interessati a lui. In pole position, stranamente, si trovavano Barcelona e Real Madrid: i primi ad avvicinare il giocatore furono i catalani, Josep Boada, il responsabile tecnico delle giovanili, si fece avanti nell’estate 2008 proponendo un provino alla Masia e un contratto al ragazzo, il padre rifiutò dicendo che Mauro sarebbe rimasto fino all’estate seguente alle Canarie per finire la scuola e in seguito avrebbero preso una decisione. Più tardi si mosse anche il Real attraverso Sixto Alfonso, responsabile degli osservatori madrileni, che dichiarò: “Ci troviamo di fronte a un giocatore che può fare la storia del calcio se continua così!". Nonostante l'inserimento anche di Espanyol, Siviglia, Valencia e Deportivo, alla fine, grazie all’aiuto dell’agente FIFA Abian Morano, nell’estate 2009 Mauro è passato al Barcelona.

Attaccante molto forte fisicamente, capace grazie ai suoi 180 centimetri di farsi valere in area di rigore, ma dotato di grande velocità, indispensabile nel calcio moderno, e agilità che unite al suo eccezionale fiuto del gol gli permettono di mantenere delle statistiche incredibili. Il suo talento è forse ancora grezzo ma alla Masia stanno concentrando particolari attenzioni su questo ragazzo, a detta di tutti il futuro bomber dei catalani.
Molte società anche italiane, come Inter e Juventus, hanno dimostrato particolare interesse per l’argentino, ma difficilmente (mai dire impossibile, vedi Fabregas) si muoverà dalla Catalogna, anche grazie alla presenza del padre, il quale è molto attento al comportamento e allo stile di vita del ragazzo. Proprio il padre un anno fa circa ha dichiarato: “…sa che deve crescere, da lui dipende il suo sogno di trionfare”.
Per farvi capire quanto sia considerato il giovane Icardi in Spagna basta dire che al di fuori dell’ambiente calcistico lo considerano il testimonial pubblicitario del futuro, al pari di CR9, Beckham o Messi, infatti è sponsorizzato da Adidas che lo ha voluto per la campagna delle scarpe F50.



Piccola curiosità: è dotato di passaporto italiano, quindi oltre a essere comunitario è virtualmente convocabile nella nazionale azzurra, e i vari responsabili delle nostre nazionali giovanili ci hanno provato, ma Mauro ha messo in chiaro fin da subito che il suo sogno è giocare in “albiceleste” e finalmente grazie alle ottime prestazioni col Barca sono arrivate anche le prime convocazioni nella nazionale Under 17 argentina.


Qui un video di quando giocava al Vecindario



Compilation di goal nel Barcellona.


-- Ecco il sito personale di Icardi
-
-

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. benvenuto alla Samp

    RispondiElimina
  3. Si si è proprio della Samp. Ragazzi è forte... Però al Barca bisogna essere di un'altro pianeta.
    Fidatevi che è molto promettente... Ben vengano in Italia!!!

    RispondiElimina
  4. Ecco il sito personale. C'è la conferma sulla Samp
    http://www.mauroicardi.com/

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin